martedì 17 luglio 2018

Keplero, è uscito il nuovo singolo “Aileen”

A distanza di 6 mesi dal lancio di Dreams Beyond, i Keplero questa volta raccontano una storia, quella di Aileen. Una sorta di invito a tenere sotto controllo le proprie paure, la malinconia, la tristezza, che molto spesso ci rendono schiavi...Liberamente ispirato al racconto breve "Intreccerò la mia tristezza", di Paola Klug, scrittrice messicana:

“Quando ti sentirai triste, intreccia i capelli: intrappola il dolore nella matassa e lascialo scappare quando il vento del nord soffia con forza...Bisognerà stare attente che la tristezza non raggiunga gli occhi, perché li farà piangere e sarà bene non lasciarla posare sulle nostre labbra, perché ci farà dire cose non vere. Che non entri nelle tue mani perché tosterà di più il caffè o lascerà cruda la pasta: alla tristezza piace il sapore amaro. Non farti trovare impreparata dalla malinconia, bambina, anche se hai il cuore spezzato o le ossa fredde per ogni assenza... Non lasciarla in te, perché fluirà come una cascata per i canali che la luna ha tracciato nel tuo corpo. Intreccia la tua tristezza, intreccia sempre la tua tristezza. E domani, quando ti sveglierai, la troverai pallida e sbiadita tra il telaio dei tuoi capelli"

Link al video: https://www.youtube.com/watch?v=WU46mVPS61Q&t=128s

Crediti:

Registrato da Keplero presso Jafar Studios

Mixato e masterizzato da Antonio Cassinese presso Jafar Studios

Testo: Sergio Valerio, Michele Perrella

Musiche/arrangiamenti: Sergio Valerio, Michele Perrella, Costanzo Martino, Luca d'Altilia

Riprese e post-produzione: Valentina Festa, Jafar Studios

Interpreta Aileen: Chiara Fantetti

Biografia:

Il progetto Keplero nasce nel 2013, ispirato dalla figura di questo astronomo/fisico/matematico che per primo si chiese quale fosse la musica che risuona nello spazio, cimentandosi nel riprodurre l'armonia dei pianeti. Dopo un primo periodo trascorso tra numerosi locali di provincia, tra sala prove e studi di registrazione, i Keplero avranno modo in breve tempo di raggiungere risultati e riconoscimenti importanti.

Line up:

Sergio Valerio - vocals & guitar
Luca d'Altilia - bass, ukulele bass & baritone guitar
Costantino "Mcmartin" - drums,electric drums,percussion
Michele Perrella - keyboards & vocals

genere:

Post-rock/elettronica/synth-pop/ambient

curriculum:
- 2014 : Unitamente ad un numero spropositato di live, pubblicano il loro primo Ep "Keplero" dalle sonorità indie-rock, cantato rigorosamente in lingua inglese.

-2015 : Sarà un anno molto prolifico per loro. Partecipano infatti al contest barese per band emergenti "Essere Perfetto", portandosi a casa il primo posto tra numerosissime band della Puglia e non solo. Si aggiudicano così la produzione di un Ep in collaborazione con l'etichetta discografica "Otium Records" e con lo studio di produzione "OWT Garage sound".

Partecipano e vincono nell'estate 2015 il premio Morris Maremonti tenutosi in Polignano a mare, che da loro la possibilità di partecipare all' evento di musica indipendente più importante della penisola, il MEI di Faenza, tenutosi ad Ottobre 2015. Inoltre, hanno la possibilità di salire sul prestigioso palco de "L'acqua in testa festival" presso la Fiera del Levante a Bari, esibendosi al fianco di altri numerosi artisti provenienti dalla scena musicale italiana ed internazionale (tra cui Ghostpoet, Subsonica).

-2016: Pubblicano il loro secondo Ep "Vanità microscopica" un lavoro definito da alcuni più maturo e dalle intensità sonore più consistenti, nel quale Sergio per la prima volta sperimenta la scrittura dei brani anche in italiano. Partecipano e portano la propria musica su diversi palchi e festival pugliesi.

-2017: Si classificano al terzo posto alla nona edizione del premio MimmoBucci, nella suggestiva cornice del Teatro Petruzzelli di Bari. Esce il loro terzo Ep "Maluma live session" con inediti registrati rigorosamente in presa diretta.

-2018: Pubblicano il singolo "Dreams Beyond", un viaggio introspettivo attraverso i sogni, che segna una vera e propria rivoluzione stilistica e sonora da cui emerge una vocazione "ambient", intima della band. Vincono il premio come miglior band emergente al FIM contest (Fiera Internazionale della Musica) e si esibiscono nell'auditorium Testori di Milano.

Contatti:

Facebook: https://www.facebook.com/kepleroband/
Instagram: https://www.instagram.com/keplero_music/
Twitter: https://twitter.com/BandKeplero
Sergio Valerio: 3206378596

lunedì 16 luglio 2018

Fatturazione Elettronica – Joint Venture Consoft Sistemi/X VIEW

Una soluzione per gestire la fatturazione B2B in modo rapido, semplice ed indipendente dal sistema ERP esistente in azienda
Com’è ormai noto, con il prossimo 1 gennaio 2019 la Fatturazione Elettronica tra privati diventa obbligatoria: fatture veicolate esclusivamente in formato XML, trasmissione e ricezione tramite il Sistema di Interscambio (SDI) dell’Agenzia delle Entrate; la conservazione a norma delle fatture medesime è il naturale passo a seguire.
Comunicato_immagine
Consoft Sistemi e X VIEW si propongono con soluzioni e servizi specifici sulle due fasi fondamentali dell’iter di fatturazione: la gestione dello scambio con lo SDI e delle sue notifiche e la necessaria integrazione con i sistemi ERP aziendali nelle fasi di ciclo attivo e passivo
“Per la fase di integrazione con lo SDI — ha illustrato Katia Manfrin responsabile della BU ECM di Consoft Sistemi — come partner di AbleTech, produttore della soluzione documentale Arxivar, proponiamo l’utilizzo della suite dei servizi di intermediazione IX FE/CE, che ottemperano in modo semplice alle indicazioni della normativa sulla fatturazione elettronica e sull’invio in conservazione”.
L’unione delle forze con X View consente di fornire ai clienti il supporto ulteriore alla definizione di un sistema completamente integrato ed automatizzato: la definizione e realizzazione di quanto necessario per la comunicazione tra i servizi IXFE con i principali ERP aziendali (Oracle E-Business Suite, JD Edwards, SAP, Microsoft).
“X View — ha specificato Matteo D’Ottavio, General Manager di X View — prevede la definizione di integrazioni specifiche con i servizi di intermediazione sia per il ciclo attivo sia per quello passivo: l’estrazione dei dati di fatturazione dal sistema ERP e la trasformazione di questi nel formato XML previsto da SDI nel primo caso e, nel secondo caso, la messa a punto di processi e procedure per automatizzare quanto più possibile l’inserimento delle fatture fornitori su ERP e le successive operazioni necessarie alla conservazione a norma del passivo.”
L’integrazione nativa dei servizi IX FE/CE con la soluzione documentale Arxivar consente di associare al servizio di intermediazione non solo una la soluzione di archiviazione; Katia Manfrin ricorda infatti che “con il BPM di Arxivar viene facilitata la gestione delle notifiche da SDI e la realizzazione di processi di instradamento o approvativi”.
Per informazioni su tempi e costi del servizio “Fatturazione B2B” questi i contatti utili:
Consoft Sistemi: info@consoft.it
X View: commerciale@xview.it

mercoledì 4 luglio 2018

E’ uscito Party Animals, il nuovo lavoro in studio dei Bikini Death Race

Il ragazzo con la maschera da panda aveva sempre sognato di formare un gruppo electroclash con voce femminile. Nel corso degli anni aveva desistito dal suo intento perché impegnato in altri progetti. Aveva inoltre deciso che, prima di approcciarsi alla musica elettronica ed alla programmazione, sarebbe stato il caso di imparare a leggere, scrivere e far di conto.

Raggiunti tali obbiettivi di affermazione personale, il ragazzo con la maschera da panda incontrò la ragazza con la maschera da gatto (in realtà lei letteralmente irruppe in un bagno pubblico da lui in quel momento occupato, complice una serratura non proprio affidabile) la quale, giunta in Italia direttamente dalle campagne dello Yorkshire, pensava fosse il caso di dare credito alle farneticazioni del primo sconosciuto incontrato. Così, a settembre 2016, i due tizi mascherati iniziarono a comporre i brani di un album che non poteva che chiamarsi "Party Animals". La musica dei Bikini Death Race trae ispirazione da gruppi come i Ramones, Le Tigre, Kap Bambino, Crystal Castles, Tuxedo Moon, Ladytron, Depeche Mode, Cock Sparrer e…gli Ace of Base!

Presentazione di Party Animals:

“Party Animals” è diventato il loro personale esorcismo. Una bolla di sapone che hanno costruito ed all’interno della quale si nascondono quando il male di vivere diventa insopportabile. Hanno scelto l’idiozia come psicoterapia. E il dadaismo come filosofia di vita.

Il concept

La bellezza del disagio in dieci piccole commedie dell’assurdo. C’è Alice nel Paese delle Meraviglie che sperimenta tecniche di sopravvivenza in una realtà parallela in cui regna la moda dell’eccesso e del cattivo gusto. C’è il dramma che si consuma da secoli in ogni contesto che preveda presentazioni più o meno formali, cioè gente che ti saluta calorosamente chiamandoti per nome e tu ignori chi sia. Ci sono i rituali del social media. La foto del profilo con le tette di fuori e il trucco goth. Lo sguardo equivoco e calze a righe. I pettorali, le cosce wurstel, le vacanze al mare, la settimana bianca. Tutti sorridenti, tutti morti dentro. E un nano che ti aspetta a casa pieno d’amore ma troppo ubriaco per fare sesso. C’è che devi tacere ogni tanto per poter essere baciato. C’è che mi piaceva tantissimo lo zoo da bambino e forse per questo ho cercato di ricostruirne l’atmosfera in salsa techno negli anni felici dell’adolescenza e dei rave. C’è la gente che si riempie la bocca di parole inutili e la devi ascoltare per forza. La tortura quotidiana di un ufficio. La rivalutazione dell’odio. Sai che c’è? Non mi dispiace affatto. Anche se ho rotto una bottiglia in testa al tuo amico pittore che ha vissuto a Bali, ha scritto un libro e ha fatto un film inguardabile. E poi, vuoi mettere? Io ho inventato una macchina del tempo! È giù in garage…è solo che non ho mai il tempo di usarla.

Party Animals è disponibile sia su supporto fisico (CD e Cassetta) che in versione “virtuale” (BandCamp, Spotify, itunes, googleplay e tanti altri).

Links per lo streaming dell’album:

https://bikinideathrace.bandcamp.com/

https://open.spotify.com/artist/1lr3Ubloaq7HMeydjNhnXb?si=f2jvOwOZRPGXNVs2Xxp6Lw


Track list:

1. Celestico (02:09)

2. The Rabbit Hole (02:47)

3. Zombie Posers (02:42)

4. Oh Ooh (02:44)

5. Don't Talk (03:00)

6. Party Animals (01:57)

7. Fuck Off And Die (02:42)

8. Not Sorry (02:51)

9. Have You Ever? (02:26)

10. Time Machine (03:05)

Line Up:

Il ragazzo con la maschera da panda (basso, elettronica, voce)
La ragazza con la maschera da gatto (voce)

Data release:

23 Aprile 2018

Genere:

Elettroclash/Post-Punk

Etichetta:

Ghost Factory Records & Arts

https://ghostfactoryrecords.wordpress.com/


Weblinks:

https://www.facebook.com/BikiniDeathRace/


https://www.instagram.com/bikinideathrace/


https://twitter.com/BikiniDeathRace


https://www.youtube.com/channel/UCMWIivBvQfamIhNXBavzlsw

sabato 23 giugno 2018

NICOLE STELLA: “DOV’È ORO QUEL CHE LUCCICA” è il disco d’esordio uscito il 3 maggio 2018


Dopo numerose esperienze televisive, partecipazioni a concorsi e festival, e le aperture live per Stadio e Francesco Gabbani, la cantautrice vicentina presenta un disco dove indie, folk e pop sono tasselli compresenti di un concept musicale maturo ed intenso.


Il disco che nasce dal progetto “Nicole Stella” in collaborazione con Musicantiere Toscana è “Dov’è oro quel che luccica” e prende il nome da una frase della canzone “Vediamoci là”. I brani del disco ripercorrono alcune tappe della vita di Nicole degli ultimi anni, anni di passaggio all’età adulta e di esperienze che formano e interrogano. Molti testi, soprattutto quelli in collaborazione con altri autori vertono sul tema dell’amore con un senso sempre nostalgico ma, nell’intento dell’artista, mai banale. Quelli scritti interamente da Nicole invece, tentano di avventurarsi in altre direzioni, ne sono l’esempio “Vediamoci là” e “lei costruiva nel vento”.

GERMANO SEGGIO: “MAD WORLD” è la rivisitazone strumentale del celebre brano dei Tears for Fears



Il musicista palermitano propone una reinterpretazione positivista di uno dei pezzi cult della storia della musica.


Mad World” nasce da una visione onirica di Germano Seggio. L’artista nel modo che gli è più naturale, ovvero suonando la sua sei corde, trae ispirazione dal suono che lo stesso ha creato per dare vita ad una rilettura positiva del “Folle mondo” descritto da Orzabal (Tears for Fears). E' per questo che le atmosfere create sono volutamente accoglienti, morbide e oniriche, anche grazie alla sonorità rarefatta e alle sensazioni che la sua chitarra genera, come quelle percepibili in alta quota... Il brano è stato realizzato volutamente live per ottenere il giusto mood che si crea soltanto con il giusto interplay dei musicisti. Infatti per ricreare ciò Germano ha voluto con se due amici storici del panorama musicale siciliano, Vito di Pietra (Drum) e Giancarlo Marino (El. Bass). Brano e Videoclip sono stati prodotti da Marco Amico presso gli studi Music Academy Palermo avvalendosi della collaborazione di Grafimovie.



"Alta Quota" è il disco dedicato interamente alle sue amate Dolomiti. L’amore sviscerato per le Dolomiti nasce dalla voglia di ricominciare a camminare dopo un grave incidente motociclistico che tiene il cantautore su una sedia a rotelle per tre lunghi anni... Germano per riconquistare la sua libertà ed autonomia ha fuso la sua passione per le Dolomiti e per il Nordic Wolking con uno stile di vita sano basato su un'alimentazione alcalina, Bio e a Km zero. Sulle Dolomiti Germano infatti individua il posto più evocativo e “giusto” per comporre la sua musica... come dice lui stesso goliardicamente “è tutta colpa delle Dolomiti”. Il cd vedrà la luce nel giugno del 2018.

Etichetta: Alta Quota
Radio date: 27 aprile 2018



BIO

Germano Seggio classe '75 nasce e vive a Palermo. Intraprende lo studio della chitarra a 10 anni da autodidatta e dall’età di 15 anni comincia a studiare con i migliori insegnanti. Si Laurea in Chitarra Moderna presso Middlesex University e si specializza in Chitarra Jazz presso West London University.
Dal 1992 comincia a scrivere la prima rubrica di didattica chitarristica “Scuola di Note” per un inserto allegato al Giornale di Sicilia. Grazie alle notorietà data dal corso sul GDS (Giornale di Sicilia) comincia a suonare per vari gruppi Siciliani, esibendosi con repertorio di musica strumentale di sua produzione anche per manifestazioni Nazionali. Dal 1995 ad oggi ha partecipato ai seminari di Eddy Palermo, di Andrea Braido, Nguyen Le, Carl Vehreyen, Mike Stern, Robben Ford, Paul Gilbert, Marty Friedman, Steve Vai. Nel 1995 vince il premio “Miglior Musicista” in un festival organizzato da Vincenzo Mancuso, e suona al teatro di Verdura per il compositore minimalista Rhys Chatam per le 100 Chitarre. Nel 1996 tiene una rubrica di lezioni settimanali di chitarra moderna su un giornale che tratta di musica, facendo anche recensioni su un’altra testata giornalistica Regionale sulle novità degli strumenti musicali. Nel 1997 ha lavorato come dimostratore di chitarre ed effettistica presso la Ricordi di Palermo. Ha fatto da turnista in studio e live per molti artisti, partecipando anche al festival Città di Palermo con l’orchestra del Maestro Colajanni. Ha lavorato per diversi studi discografici partecipando alla produzione di CD di artisti come Eddy Palermo. Nel 1998 comincia a lavorare per alcune agenzie di spettacolo tra cui la “MG Music” di Milano e la “Media Music” di Vicenza, suonando con artisti del calibro di Paolo Belli. Parallelamente ha insegnato presso diversi centri di formazione musicale in giro per l’Italia come docente di chitarra moderna. 
Nel 1999 forma la Band “HAIR” che porta in giro un vero e proprio tributo a J. Hendrix riscuotendo grande feedback. Vince una borsa di studio indetta dal comune di Palermo che gli permette di conseguire un master Jazz presso una delle più importanti scuole Jazz della Sicilia seguito dal maestro Pietro Condorelli.  Nel 1999 Viene chiamato dalla band Nuclearte per registrare “Tale' Tale'" negli studi della Real World di Peter Gabriel in Inghilterra, cd che verrà distribuito dalla bmg-ricordi in Italia e dalla Womad select all’estero. Con la stessa band inizia a girare per il mondo affiancando artisti internazionali quali: Susan Vega, Midge Ure, Evia, Avion Travel per il WOMAD Tour. Nel 2000 forte dell’esperienza Inglese alla corte di Peter Gabriel viene chiamato a suonare Live per l’Inglese BBC riscuotendo così successo anche a livello internazionale. Nello stesso anno instancabile Germano dà vita alla “Modern Music Academy” per la quale svolge parallelamente attività di direzione delle attività formative e di docente di chitarra. Nel 2003 vince il concorso nazionale “Emergenza Chitarre” indetto dalla rivista specialistica a carattere Nazionale “Chitarre”, rientrando nella compilation prodotta e distribuita dalla stessa. Nel 2004 vince il concorso nazionale “Chitarra appendice dell’anima” tenutosi al Blues House di Milano. Nel 2005 esce il suo primo CD da solista “Back to Life” che vede come special guest l’artista Paola Folli. Suona presentando così il suo cd, aprendo i concerti di Raf, con lui sul palco si esibisce la grande vocalist Nazionale Paola Folli. Nel 2006 i primi risultati da parte della stampa nazionale di settore come per esempio Guitar Club, Chitarre, Axe, Di più TV, Arlequins, Musik Off, Balarm, Attik Music, Guitar List, Chitarristi.comAccordo.it etc... Nello stesso 2006 il cd Back to Life, entra a far parte delle programmazioni delle più importanti radio Olandesi, Inglesi, Americane ma anche italiane tramite Radio Rai Uno. Il cd viene distribuito anche negli States ed in Giappone e venduto online tramite i più importanti portali di settore. Grazie al grande riscontro di vendite del cd Back to Life, Germano firma contratti di endorsement con Randall U.S.A. amplifications, Schecter Korea, Paul Red Smith, Marshall e Dunlop, grazie anche al distributore Italiano EKO. Divide il palco con artisti del calibro di Ricky Portera, Maurizio Solieri, Alberto Radius, Andrea Braido, Carl Verheyen, Paola Folli, Paolo Belli, Mike Stern, Scott Henderson, Paul Gilbert Steve Vai, tutti caposaldi della chitarra elettrica nel Mondo. Nel 2010 esce il suo secondo disco guitar oriented “Life Box”, disco strumentale che conferma la capacità tecnica di Germano ma pone l’accento sulle qualità compositive dello stesso. Nel 2011 la sua Accademia Music Academy Palermo fondata nel 2000 diviene l'unica scuola di musica certificata che può rilasciare Diploma e Laurea perché collegata ai più blasonati college musicali Inglesi e Scozzesi come UWS e West London University. Vince nel 2012 il Tour Music Festival come “Best Guitarist” girando e promuovendo per l’Italia lo stesso, suonando anche per il mitico “Piper”. Nel 2014 da vita ai iKalvi” band strumentale che vanta collaborazioni importanti con nomi del panorama internazionale come Jonathan Kane (Drum), Dave Soldiers (Fiddle). iKalvi hanno anche pubblicato il loro primo disco “Music 4 Highways” stampando anche in vinile. Nel 2017 Germano ha suonato per Mauro Ermanno Giovanardi (La Crus), Nabil Salameh (Radiodervish), Sarah Jane Morris, Antonio Forcione, e condiviso il palco con Piero Pelu’, Lorenzo Fragola, e aperto i concerti per Raf al Salina Film Festival dei Fratelli Taviani.
Instancabile compositore, Germano oggi ha in uscita il suo nuovo lavoro discografico "Alta Quota" disco dedicato interamente alle sue amate Dolomiti. L’amore sviscerato per le Dolomiti nasce dalla voglia di ricominciare a camminare dopo un grave incidente motociclistico che tiene Germano su una sedia a rotelle per tre lunghi anni... Germano per riconquistare la sua libertà ed autonomia ha fuso la sua passione per le Dolomiti e per il Nordic Wolking con uno stile di vita sano basato su un'alimentazione alcalina, Bio e a Km zero. Sulle Dolomiti Germano infatti individua il posto più evocativo e “giusto” per comporre la sua musica... come dice lui stesso goliardicamente “è tutta colpa delle Dolomiti”. Il cd vedrà la luce nel giugno del 2018 e rappresenta a sua detta il disco di svolta artistica di Germano.


Contatti e social
YouTube: Germano Seggio - GS Trio 2017
Instagram: Germano Seggio




venerdì 22 giugno 2018

MaLaVoglia: “ALLEVATI A TERRA” è il nuovo singolo della band pop-rock che anticipa l’ep di prossima uscita



Dopo aver calcato grandi palchi aprendo i live di artisti come Alex Britti e Roberto Vecchioni ed esser stata finalista di Area Sanremo 2017, la band capitanata dal pavese Gianluca Giagnorio presenta un nuovo progetto con la direzione artistica di Davide Maggioni.

ALLEVATI A TERRA ricrea la metafora di ciò che è la società di questi tempi. Le apparenze, i cliché ai quali molti di noi si sentono appartenere senza poi conoscerne veramente il significato. Si parla sempre di libertà, di rispetto dell'individuo, ma poi si finisce sempre a far parte di un muro omogeneo dove tutti hanno la stessa identità.

Crediamo di essere liberi ma lo siamo solo nelle nostre gabbie dorate. Siamo liberi, ma allevati a terra”. MaLaVoglia

Occorre però valutare sempre anche l’altra faccia della medaglia: in questo mondo di perfezione, da qualche parte, sopravvive ancora qualcosa di ruspante, di vero, di allevato a terra. Quindi abbiamo due visioni, la prima più cinica e la seconda positivista.

Il 19 aprile presso lo SpazioMusica di Pavia i MaLaVoglia hanno presentato in un concerto live il loro singolo d'esordio.




Perché “MaLaVoglia”:

Conoscete le particolari vicende dei “Malavoglia” di Verga? Ecco: con noi non c’entrano nulla. Il nostro nome arriva dalla solita domanda che ormai tutti ci fanno da diverso tempo: “Ragazzi, ma chi ve lo fare tutto questo sbattimento? Ma La Voglia dove la trovate?”. La voglia dove la troviamo? Dappertutto!! In tutto ciò che facciamo, in tutto ciò che si muove quando carichiamo gli strumenti in macchina e attacchiamo il jack agli amplificatori. Suonare in giro e proporre la tua musica, le tue idee, esprimerti. È la voglia di vivere! Amiamo la vita, amiamo la musica e quello che vogliamo dire. Prendete una “coppa di champagne…” anche voi e sedetevi con noi, quindi. AbracAdabrA, magia! Indossate nasi rossi, gonfiate palloncini e lasciatevi andare. Benvenuti a bordo. Benvenuti nello strano mondo dei MaLaVoglia. “Venghino Signori, venghino…”. I MaLaVoglia

Distribuzione: Tyrus

Radio date: 27 aprile 2018


BIO


MaLaVoglia nascono dall’incontro tra il cantautore pavese Gianluca Giagnorio e diversi musicisti conosciuti lungo il suo lungo percorso.
Gianluca nel 2011 prova ad entrare nella scuola di AMICI, arrivando tra i primi quattro cantautori finali in lizza per un banco, ma non riuscirà ad entrare nella classe pur partecipando a diverse puntate in andate in onda. Finita l’esperienza di AMICI decide di assemblare una band per portare in giro le sue canzoni e contatta due suoi amici di vecchia data con cui aveva suonato da ragazzino: Carlo Vigo (chitarra) e Riccardo Fontana (batteria). Proprio loro diventeranno i suoi fedeli compagni di viaggio che andranno a costituire il nucleo pulsante dei MaLaVoglia futuri.
Con la nuova band inizia un’intensa attività live e verranno notati da un organizzatore di eventi nel pavese che li vorrà come gruppo d’apertura al concerto di Umberto Tozzi il 27 luglio 2013, in provincia di Pavia. Nei mesi successivi, Gianluca e la sua band (gli “iO”) iniziano una collaborazione con Marco Guarnerio e partecipano al Festival di Castrocaro nel 2014 con un inedito “C’era una volta la lira” e la cover di “Pigro”, di Ivan Graziani, arrivando fino alle semifinali. L’esibizione è stata trasmessa su RAI1 all’interno della trasmissione “Obiettivo Castrocaro” il 26 agosto 2014.
A luglio dello stesso anno la band fu chiamata ad aprire il concerto di RAF in provincia di Pavia.
Finita la collaborazione con Guarnerio, Gianluca, decide di proseguire da solo il suo percorso artistico e accantona l’attività live con la band. Nei mesi successivi inizia a scrivere il suo primo libro, STRADE.
Nel 2015 prosegue la sua attività live da solista e il 18 luglio dello stesso anno aprirà il concerto dei NOMADI, in provincia di Pavia. Nel frattempo partecipa a due contest nazionali (Notti MagicheDiscanto Festival) vincendo rispettivamente “Premio della critica” “MIGLIOR TESTO”. Ad agosto accede alle semifinali del Festival di Castrocaro e la sua esibizione live è stata trasmessa su RAI1.
A dicembre esce il suo primo libro STRADE in cui racconta il suo percorso musicale e di vita, tra la sua voglia di farsi ascoltare e le mille difficoltà delle generazioni di oggi.
Nella primavera del 2016 il libro diventa anche un concept show teatrale che viene riproposto in musica in diversi teatri del nord Italia. Proprio per l’occasione Gianluca assembla una nuova band in cui, oltre ai sopra citati Carlo Vigo e Riccardo Fontana, entreranno a far parte gli altri tre membri dei MaLaVoglia di oggi: Francesco Tripicchio (diplomato NAM, basso elettrico), Mauro Casari (diplomato NAM, chitarra) e Nicolò Secondini (diplomato CPM, tastiere).
Durante tutto il 2016 la band è stata impegnata in un’intensa attività live e a luglio sono stati chiamati ad aprire il concerto di Alex Britti.
Nel 2017 la band decide di registrare il primo EP affidandosi alla direzione artistica di Davide Maggioni, non trascurando, però, l’attività live; il 15 luglio, infatti, aprono il concerto del “Prof.” Roberto Vecchioni. Nello stesso anno la band è finalista di Area Sanremo 2017 e il 13 aprile 2018 la band pubblica il suo singolo d’esordio: “ALLEVATI A TERRA”.

I MaLaVoglia sono:

Gianluca Giagnorio - voce, armonica a bocca, chitarra acustica
Carlo Vigo - chitarra elettrica/acustica
Riccardo “Jimmy” Fontana - batteria
Francesco “Tripi” Tripicchio - basso
Nicolò “Niki” Secondini - tastiere
Mauro “Mairo” Casari - chitarra elettrica/acustica


Contatti e social
Facebook www.facebook.com/malavogliaofficial

Masstang, è uscito il nuovo singolo “Il giorno”

A distanza di 4 mesi dal lancio di Perle Nere, esce un nuovo inedito, forse il pezzo più completo dei Masstang, una band che si sta facendo notare per l’originalità, la freschezza e l’energia genuina che propone. La band propone continui step evolutivi, pubblicando una serie di singoli, prodotti insieme a Bonnot, uno dei produttori più talentuosi e meno inflazionati della Penisola (Ricordiamo le sue produzioni per artisti del Calibro di Snoop Dog, M1 Dead Prez, Caparezza, Assalti Frontali, Galup e mlti altri).

Dopo una notte folle arriva “il giorno” dei Masstang. “Questa notte ci ha fatto a pezzi fino all’ultimo respiro…”, secondo le parole della band. Il racconto comincia con questa frase che racchiude in se 1000 storie. La notte è appena passata con il suo strascico di cuori e nasi rotti, bottiglie finite e spaccate, sigarette, cartine, banconote e lenzuola stropicciate.

“In un modo o nell’altro è stata una notte folle che ci ha lasciato i segni addosso, un’immagine dove tutti, chi in un modo chi in un altro, possono rivedersi. Ma siamo sopravvissuti ancora una volta… L’alba del giorno che si affretta ad arrivare è come una promessa, una continua seconda occasione, una nuova chance per i nostri sogni. La luce brucia negli occhi socchiusi, la testa pulsa e proietta flashback delle ore appena passate e guardando la propria faccia allo specchio cerchiamo di catturare quegli attimi che sono già un ricordo… forse! Un nuovo giorno è arrivato, un nuovo giorno da vivere tutto d’un fiato. Dedicata a tutti quelli che vivere il giorno non basta!”, secondo la band.

Link al video: https://www.youtube.com/watch?v=TqB6tm6zGGU&feature=youtu.be

Crediti:

Video subject: Masstang & Francesco Agostini

Regia e montaggio: Francesco Agostini

Testi e musica: Masstang

Prodotto da: Bonnot Music & Masstang

Recording: Bonnot Studio

Mix & Master: Bonnot Studio

Artwork: Delli

Biografia:

Dirompente e visionario. Masstang è un progetto assolutamente trasversale, è un sapido mix delle nuove influenze della club culture, un bel crossover di generi di musica eletronica, rap, pop e un richiamo alle origini Rock. Di chiara ispirazione british a band come Rudimental, Nero, Chase n Status e a quello spaccato musicale che sta letteralmente spopolando in altri lidi (in primis Inghilterra).

Ogni canzone diventa un viaggio, passando dalle nebbiose atmosfere autunnali, alle calde vibrazioni della musica da club, rispecchiando la personalità di ognuno dei componenti, che apporta il proprio background musicale.

Line up:

MARI / Marica Bacciardi (Voce)

DELLI / Dante Saudelli (Chitarra + Voce)

MAS JD / Samuele Bozzi (Macchine + Programs)

genere:

Elettronica / Alternativo

curriculum:


Best Arezzo Wave band Marche 2017


Vincitori concorso Play Marche 2017


Un EP remix prodotto nel 2017 “Remix1” (Bonnot Music)


Un disco prodotto nel 2016 “Visioni” (Bonnot Music Good Fellas)


Attività live continua


In programma 2 uscite con nuovi inediti per marzo e giugno 2018

Contatti:

www.masstang.com

Facebook: Masstang band

Youtube: Masstang band

Spotify: Masstang

Soundcloud: Masstang band

Instagram: #Masstang

masstang.band@gmail.com

Dante Saudelli 329.5655833

giovedì 14 giugno 2018

Former friends: nuovo album in uscita

Tutto nasce nel 2013, anno in cui Lorenzo entra in pianta stabile come bassista nella nostra vecchia formazione, che al tempo presentava un altro nome e un quinto membro. Così ad aprile del 2017, con un componente in meno e tanta voglia di fare in più, nascono i Former Friends. A sancire questo cambiamento viene rilasciato “Friends For A Week”: un breve EP con alcuni brani del passato, la linea di confine fra ciò che eravamo e ciò che siamo.

A inizio settembre 2017, la band pubblica online “The Garage Session“, la prima live session. Una sessione speciale per la quale il gruppo ha scelto 4 brani, rivisitati in una chiave più soft e “intimista” (e registrata dal vivo nella sala prove allestita per l’occasione).

È proprio partendo da quel posto che nasce il loro primo EP “Behind Closed Doors”. Ad anticipare l’uscita di quest’ultimo è stato il videoclip del singolo “Sister Have Mercy”, completamente autoprodotto (così anche come il loro primo lavoro in studio) e pubblicato il 7 novembre 2017.

“Behind Closed Doors” vede la luce il primo dicembre 2017 su Spotify, e il 23 dello stesso mese, è stato lanciato attraverso un release party all’Otra Vez Bistrot di Cosenza. Il lavoro in studio dei Former Friends è composto da 5 brani: Mycar/yourhouse, Sister Have Mercy, Kinky Fu*ks, Ghosts, She Knows.

Avendo ottenuto un discreto successo, la band è ora al lavoro per il nuovo album “Late Blossom” (che contiene i brani “Social Smoking”, apparso nella Garage Session, e “Finders Keepers” bonus track pubblicata l’1 gennaio 2018 come anticipazione del nuovo album).

weblinks:

https://www.facebook.com/FormerFriendz (Facebook)
https://www.instagram.com/former___friends (Instagram)
https://aformerfriend.bandcamp.com/ (Bandcamp)
https://www.youtube.com/c/FormerFriends (Canale Youtube)

mercoledì 13 giugno 2018

MYSTERIOUS: la sperimentazione di VANTERRANIA in ambito electro-rock

Giovanni Brancati "alias" VANTERRANIA, nato a Scicli (RG), il 14 Ottobre 1975, vissuto nel Catanese, diede inizio al proprio percorso artistico come chitarrista fine anni 80, collaborando con varie rock band, cimentandosi in concerti che fecero da trampolino di lancio verso la ricerca di nuove sonorità. Egli così iniziò un percorso di sperimentazione basato su l’uso di sequencer, synth e chitarre.

La voglia di creare e sperimentare nuovi suoni ha generato diverse composizioni di colonne sonore facendo prevalere soprattutto sonorità elettroniche, alternative, indie. L’influenza dei molteplici stili musicali in varia misura ovvero punk, rock, industrial, ambient ed elettronica con cui si è da sempre confrontato lo hanno spinto a cercare un approccio elettronico ed originale.

Giovanni Brancati ama pensare che la musica sia ogni forma di suoni e che facendo un uso costante di strumenti e sonorità elettroniche e combinandoli tra loro in un approccio vario ed originale diventa arte. Sotto lo pseudonimo VANTERRANIA, si muove un percorso artistico ed un progetto ben preciso e mirato ad ampliare la conoscenza.

Presentazione di MYSTERIOUS

"MYSTERIOUS" è una produzione composta con sequencer e chitarra, dopo anni di sperimentazioni in ambito electro-rock. In studio nel Catanese, Giovanni Brancati inizia e conclude l'intero disco, il 28 Novembre 2016, viene pubblicato e distribuito nei Digital Store. L'album "MYSTERIOUS", è stato suonato questa volta con l'intenzione di raggiungere in qualche modo un suono pulito e originale, rispetto gli altri progetti pubblicati, che a sua volta entra in gioco con sonorità e fusioni sperimentali "electro".

MYSTERIOUS:

Data release: 28 Novembre 2016

Genere: punk, rock, industrial, elettronica

Label: autoprodotto

Link per lo streaming dell’album:

Bandcamp:

https://giovannibrancatimusic.bandcamp.com/releases

Spotify:

https://open.spotify.com/album/3mujKQrwlGvSPnDqirO2Y4

link per itunes: https://itunes.apple.com/us/album/mysterious/1180807852

link per googleplay: https://play.google.com/store/music/album/Vanterrania_Mysterious?id=Bvcmixc7j3grdgija6mfl5hc6hi

weblinks:

https://www.facebook.com/GiovanniBrancatiOfficial/

https://twitter.com/Vanterrania

https://plus.google.com/u/0/+GiovanniBrancatiVanterrania

http://giovannibrancati-vanterrania.blogspot.com/

http://vanterrania.altervista.org/

lunedì 11 giugno 2018

E’ uscito Barracuda, il nuovo video dei Laederbraun

I Laederbraun sono un progetto hard rock italiano che affonda le radici nella pittoresca provincia di Lecco. Il gruppo nasce da un idea di Simone Goretti (chitarrista compositore) affiancato dall'inseparabile batterista Antonio Romano, che riunisce intorno a sè alcuni artisti per dare corpo al tutto. Infatti, a far parte della band “entrano” la voce della poco più che ventenne Isabella Conca, il basso di Gionata Montanelli e il violoncello di Michele Nasatti.

Presentazione di “Barracuda”

Barracuda è un video oltraggioso, senza mezzi termini e pieno di metafore. La band ha cercato di sintetizzare “il marcio odierno” parafrasandolo in una sorta di cannibalismo metafisico.

“Oggi il mondo è pieno di falsi amici, di gente che ti vuole fuori dal coro, vuole isolarti, per spolparti fino alle ossa, senza limiti, è quotidianità la notizia di gente truffata, aggredita, “violentata” anche psicologicamente da persone per bene che in realtà sono lupi vestiti da agnello”, secondo le parole della band.

Link al video: https://www.youtube.com/watch?v=eciYeFBd160

Line Up:

Isabella Conca (voce)


Antonio Romano (batteria)


Gionata Montanelli (basso)


Michele Nasatti (violoncello)


Simone Goretti (chitarre)


Genere:

Hard Rock

Weblinks:

www.facebook.com/laederbraun

www.laederbraun.com

https://www.instagram.com/laederbraun/